Zona Monumentale Nazionale:
Monte San Michele - Gorizia

indietro
 
Indirizzo : Monte San Michele, Gorizia
Riferimenti:
Sito web: http://www.isontinoinmtb.it/
TCI : http://www.touringclub.com/
Legge di istituzione: Regio Decreto - 29 ottobre 1922 - n. 1386 - GU 258-1922 - Abrogati tutti gli articoli fatta eccezione dell'ART. 1, 2,3,4, che decretano il Monumento Nazionale, con Decreto Legge n° 200 del 22.dicembre 2008
 
Proprietà:
Descrizione Storico Artistica:
Il San Michele grazie alla sua posizione dominava la bassa valle dell'Isonzo e permetteva di tenere sotto controllo la città di Gorizia.
A seguito della Prima battaglia dell'Isonzo, la postazione venne pesantemente fortificata dagli austroungarici, tramite un ampio sistema di caverne e ricoveri, e munita di cannoni di grande calibro.
L'esercito italiano tentò per mesi di conquistarlo, tanto che la sanguinosa Seconda battaglia dell'Isonzo è nota anche come battaglia del San Michele, perché ivi lo sforzo italiano fu più concentrato e intenso. Le estese fortificazioni, difese da reparti ungheresi, resistettero a diversi attacchi e il monte cadde nelle mani dell'esercito italiano solo durante la Sesta battaglia dell'Isonzo.
Fu teatro del primo attacco condotto con i gas sul fronte italiano: il 29 giugno del 1916 l'esercito austroungarico attaccò di sorpresa l'esercito italiano utilizzando una miscela di cloro e fosgene con relativo successo.
La sommità del monte è stata restaurata e dichiarata zona monumentale. Sono visitabili diverse opere, tra le quali la galleria del comando austroungarico generale Lukacich e l'ampia galleria della III Armata, accessibile dal piazzale su cui si trova anche il Museo del Monte San Michele(fonte wikipedia)
 
Descrizione per il Visitatore:
 
Visita per :
Costi:
Indicazioni per la visita:
Tempo di visita /abbigliamento/varie:
 
Il Monumento e il territorio:
 
Fotogallery:
       

indietro