Monumenti Nazionali - Chiesa Santa Maria della Pomposa - Modena

Monumento: Chiesa di Santa Maria della Pomposa - Modena

indietro
 
Indirizzo : Piazzetta Pomposa - Modena
Riferimenti:
Sito web:
Legge di istituzione: Regio Decreto - 24 maggio 1925 - n. 911 - GU 143-1925
 
Proprietà:
Descrizione Storico Artistica: il nome della chiesa, Santa Maria della Pomposa, deriva dall'abbazia di Pomposa nel delta del Po, dalla quale dipendeva in origine questa piccola cappella parrocchiale sorta a ridosso delle mura medievali di Modena. E' una delle chiese più antiche di Modena, le prime notizie risalgono al 1153. Nella facciata si notano ancora le tracce dela medievale porta arcuata. È nel 1716, quando il duca Rinaldo I affida l'edificio al suo bibliotecario Ludovico Antonio Muratori (1762 - 1750), storico ed erudito noto in tutta Europa, che la chiesa compie un salto di qualità artistico e religioso. Sconsacrata nel 1774, la chiesa insieme alla Aedes Muratoriana fu poi concessa dal duca Ercole III alla Venerabile confraternita di San Sebastiano, che si occupò del ripristino e della riconsacrazione nel 1814. Nel 1922 vi furono traslate le spoglie del Muratori e nel 1931 fu eretto il monumento funebre, opera dello scultore milanese Ludovico Pogliaghi. Tra le opere d'arte al suo interno si ricordano l'Ostensorio cesellato dell'orafo modenese Tommaso Rinaldi, i quadri della vita di San Sebastiano di Bernardino Cervi e la Vergine in trono con i santi Sebastiano, Rocco e Geminano di Giovanni Boulanger, copia di un dipinto del Correggio di proprietà della pinacoteca di Dresda. Il complesso muratoriano della Pomposa ospita anche il Museo dedicato all'opera di Ludovico Antonio Muratori e la Deputazione di storia patria delle antiche province modenesi.  (fonte Jat Comune di Modena)
 
Descrizione per il Visitatore:
 
Visita per :
Costi:
Indicazioni per la visita:
Tempo di visita /abbigliamento/varie:
 
Il Monumento e il territorio:
 
Fotogallery:
       

indietro